Social TV: 12 milioni di commenti in rete per il Super Bowl, 109.000 per lo spot più discusso

Il Super Bowl è uno degli eventi principali della stagione sportiva e televisiva statunitense. Gli spot commerciali trasmessi durante la partita sono da anni un fenomeno di costume.

AdAge e Bluefin Labs, società di ricerca sulla social TV, hanno analizzato le conversazioni sociali in rete riguardanti il Super Bowl, riscontrando una partecipazione impressionante ed un volume di messaggi di tutto rilievo.

12.2 milioni di commenti attraverso i social media durante e dopo la trasmissione, con un incremento del 578% rispetto all’anno precedente (1.8 milioni). Twitter ha dichiarato che negli ultimi tre minuti della partita il numero di tweets totali per secondo era pari 10.000.

I 12 milioni di commenti sono stati postati da 5.4 milioni di persone (793.000 l’anno precedente), in leggera prevalenza di sesso maschile 53%. I commenti positivi sono leggermente superiori a quelli negativi (20% vs 19%). (infografica)

Questi i numeri complessivi del più grande evento di social TV sino ad oggi.

Lo show di metà partita di Madonna da solo ha suscitato 862.000 commenti (in questo caso si registra una leggera prevalenza di persone di sesso femminile). Lo spot più discusso è quello H&M con 109.000 post (nei 45 minuti successivi alla messa in onda) su Bodywear for H&M o più probabilmente su David Beckham in intimo.

Gli spot commerciali trasmessi durante l’evento devono tener, ormai, conto non soltanto dell’audience televisiva diretta, ma dei successivi contatti ottenuti tramite reti digitali e della publicity che un’accesa conversazione sociale può far ottenere. La conversazione sociale ha valore, però, non soltanto, e non tanto, per l’ulteriore visibilità che porta con sé, ma perché testimonia e trasmette, in maniera anche più efficace dell’advertising perché percepita come maggiormente disinteressata, una forte attenzione ed un forte attaccamento emotivo al brand.

Il ruolo dei Social Media nella costruzione degli eventi mediali è sempre più centrale ed il loro successo è sempre più misurato in termini di conversazioni sociali che riescono a stimolare. L’evento deve essere attentamente pianificato tenendo presenti i ritmi e le prassi dei social network o rischia di essere invisibile ai pubblici digitali e di perdere appeal per fasce sempre più vaste della popolazione. Le conversazioni che riesce a stimolare sono una misura non solo del suo successo immediato, ma del valore di più lungo periodo del brand, dell’engagement suscitato negli spettatori.

Facebook Comments

2 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here