Pubblicità: da cellulari e tablet meno introiti per Facebook

In vista dell’Ipo della prossima settimana, Mark Zuckerberg ha annunciato che il numero di utenti di Facebook cresce più rapidamente rispetto a quello di inserzioni pubblicitarie. La crescita degli utenti del social network connessi da mobile – che nel mese di marzo sono saliti a 488 milioni dai 425 milioni di dicembre – sembrerebbe limitare la capacità di generare fatturato.

Non solo, ma su cellulari, tablet e smartphone compaiono meno inserzioni di quelle che si vedono accedendo al sito da computer. E’ quanto è emerso dalla documentazione supplementare consegnata da Facebook alla Securities and Exchange Commission, la Consob americana, in vista dell’Ipo. Nel corso del roadshow che precede la quotazione a Wall Street, la società di Zuckerberg ha ribadito la volontà di privilegiare il servizio offerto agli utenti più che i propri introiti, fatto che suscita perplessità  tra analisti e investitori.

Secondo Jed Williams, analista di Bia/Kelsey: “Devono trovare il modo di monetizzare gli utenti di telefonia mobile nel breve periodo”.

Facebook Comments

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here