AgCom: su e-commerce e banda larga Italia ancora indietro

L’e-commerce non decolla in Italia: gli italiani che hanno acquistato beni o servizi su web nell’ultimo trimestre 2014 sono stati meno della metà della media europea, cioè il 15% contro il 41%. Lo certifica l’Agcom nell’Osservatorio trimestrale sulle comunicazioni che descrive un panorama non incoraggiante che arriva a pochi giorni dall’allarme lanciato dal Consorzio Netcomm sul fronte imprese: solo il 4% delle imprese italiane, contro la media Ue che supera il 15%, ha scelto la strada della trasformazione digitale e solo circa 30.000 imprese nostrane vendono solo online contro una media Ue che ormai è vicina alle 745mila.

Dall’Osservatorio emerge anche che il 32% della popolazione italiana tra 16 e 74 anni non ha mai usato Internet e che quelli che accedono alla rete almeno una volta a settimana sono il 59%, contro il 75% della media europea. E ancora: la quota di italiani che non ha mai navigato in rete è di quasi l’80% superiore alla media europea.

L’analisi di AgCom si sposta quindi sulla banda larga: gli accessi alla rete a banda larga nell’ultimo trimestre 2014 sono cresciuti di 360mila linee su base annua, con un calo di quelle Dsl (-200mila) e un aumento di quelle di nuova generazione Nga (+413mila) e Fwa (+104mila). In totale, gli accessi broadband salgono a 14,37 milioni. Tuttavia, per quanto riguarda le reti di nuova generazione, che sfiorano le 800mila linee (3,8% del totale), “rimane consistente il ritardo rispetto agli altri partner europei”: Francia 10%, Germania 20%, Spagna 28%, Regno Unito 32%.

Infine il fronte operatori: Tim torna al primo posto nella telefonia mobile residenziale, vale a dire nelle sim ai clienti privati, con il 27,6% del totale. Dopo diversi anni (almeno dal 2011) viene così superata Vodafone, che si ferma al 27,2%, in flessione di 2,5 punti percentuali. Confermato anche il primato di Tim nella clientela affari con il 58,8% del totale (in calo del 3,2%, soprattutto a vantaggio di Wind che cresce del 4,4%), contro il 26,1% di Vodafone.

Facebook Comments

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here