Mea culpa di Murdoch sul flop Myspace

Per la prima volta su Twitter, Rupert Murdoch ammette di aver commesso molti errori con MySpace, il social network acquistato per 580 milioni di dollari nel 2005 e rivenduto in tutta fretta sei anni dopo a 35 milioni, a circa un sesto di quanto New Corporation l’avesse acquistato.


Forse “ispirato” dall’esplosiva cornice del CES, e forse rimpiangendo la grossa occasione avuta e sprecata, il magnate ha fatto chiaro mea culpa riguardo a MySpace ” Abbiamo incasinato la questione in ogni modo possibile e imparato molte costose lezioni“.
Già l’ottobre scorso, durante un meeting annuale, aveva ammesso “Ho fatto un grosso errore, abbiamo comprato MySpace a 600 milioni, avremmo potuto venderlo per 6 miliardi, un mese dopo“. Quando Murdoch acquistò MySpace questo era il social network più diffuso al mondo.
E invece, la tenace ostinazione a voler fare guerra a Facebook cercando di batterlo suo suo stesso terreno, ha portato MySpace alla sconfitta: tre chief executive saltati in un anno e la definitiva vendita del social network a Specific Media, agenzia californiana di pubblicità digitale, e al cantante Justin Timberlake.

Facebook Comments

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here