More
    Home Agrifood Evolution

    Agrifood Evolution

    La trasformazione digitale definisce il percorso evolutivo del settore agroalimentare. In Agrifood Evolution ne raccontiamo la rotta.

    Agricoltura: più efficiente con i robot

    La rivoluzione digitale 4.0 ha abbracciato anche l’agricoltura. Tecnologie satellitari, GPS e software sui macchinari stanno contribuendo al diffondersi della cosiddetta agricoltura di precisione, un miraggio fino a un decennio fa. Va in questa direzione DooD, un robot made in Italy a guida autonoma, indicato per le operazioni di routine e la manutenzione dei campi. È nato dopo anni...

    Una dieta per l’ambiente

    Ridurre le emissioni di gas climalteranti è un compito che il mondo agricolo ha intrapreso con grande serietà e impegno, benché le sue responsabilità siano assai inferiori a quelle di altri comparti. Lo ha confermato l’ISPRA (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale), fissando a poco più del 7% le emissioni totali attribuibili alle produzioni agricole. La maggior...

    Rapporto Desi 2020: un’Italia effettivamente digitale è ancora lontana

    L’Accademia dei Georgofili fu fondata a Firenze nel 1753 da Ubaldo Montelatici, canonico lateranense, allo scopo di «far continue e ben regolate sperienze, ed osservazioni, per condurre a perfezione l’Arte tanto giovevole della toscana coltivazione»: un’iniziativa talmente apprezzata che nel 1897 arrivò il riconoscimento di “istituzione statale”; al mondo, è la più antica nel suo genere ad occuparsi di...

    Cibo, nuove tecnologie e sostenibilità: tre fattori cruciali per rendere il mondo più verde

    Cibo, nuove tecnologie e sostenibilità sono tre fattori cruciali per rendere il mondo più sano e più verde. E in questo scenario le tecnologie digitali possono far crescere il futuro dell’agricoltura, innanzitutto di quella europea e dei Paesi più innovativi. Una delle grandi sfide previste nell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile è quella di trasformare la produzione, il commercio e...

    G20, agricoltura digitale: in Italia oggi vale 400 milioni di euro

    Agricoltura digitale: ormai non è più futuro prossimo, ma concretissimo presente, tra gli argomenti focali del recente G20 ospitato a Firenze e conclusosi sulle dichiarazioni del ministro delle Politiche agricole alimentari Stefano Patuanelli: «Abbiamo approvato un comunicato finale, la Carta della sostenibilità dei sistemi alimentari di Firenze. Ora la palla è nel nostro campo. L'appuntamento successivo è in Indonesia...

    Le tecnologie digitali per la gestione sostenibile dell’acqua

    L’acqua è una risorsa fondamentale, anche nel quadro degli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite. Ma il Report sui rischi globali 2020 pubblicato dal World Economic Forum mette in guardia: ha inserito le crisi idriche tra i primi cinque rischi in base alla gravità delle ripercussioni nel corso dei prossimi 10 anni. Ciò significa che una migliore gestione dell’acqua,...

    Precision farming, come diventare un “dottore agroambientale”

    Tecnologie e ambiente. Un binomio sempre più frequente in campo agricolo e zootecnico, dove allevamenti professionali e agricoltura di precisione sono impegnati, e non da oggi, nel ridurre l’impatto ambientale nella produzione di alimenti. I risultati ci sono, tanto che Ispra, l’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale, conferma come il contributo dell’agricoltura alla produzione di gas...

    Nuove tecnologie, valido supporto per la zootecnia

    Oggi non basta più poter garantire un buon prodotto ad un prezzo accessibile sul mercato. I consumatori chiedono di più e ciò si traduce in termini di conservazione delle risorse naturali, limitazione delle pressioni ambientali e maggiore attenzione alla vitalità rurale e al benessere animale. Le tecnologie Usare nuove tecnologie in allevamento non è utile per eliminare o soppiantare il lavoro...

    Una Babele digitale frena l’agricoltura

    Una rivoluzione paragonabile a quella dell’avvento della meccanizzazione agricola sui campi. È quanto promette lo sviluppo delle applicazioni digitali in agricoltura. Una rivoluzione peraltro già in atto, che cresce dal 2018 a un ritmo di circa il 20% all’anno e ha raggiunto nel 2020 un valore stimato in 540 milioni di euro solo in Italia. Se lo sguardo si...

    Elaisian: il digital farming per uliveti, vigneti e frutteti

    Con la startup agritech Elaisian entriamo in uliveto e in vigna: fondata nel 2016 a Roma da Damiano Angelici e Giovanni Di Mambro per promuovere il trasferimento di conoscenze e l’innovazione nel settore agricolo tramite lo sviluppo di servizi per la digitalizzazione, si focalizza su un sistema di supporto alle decisioni (DSS) al fine di prevenire le malattie dell’olivo e della vite, ottimizzando...

    Dati e nuove tecnologie contro lo spreco alimentare

    Migliorare la filiera alimentare e la relativa gestione dei rifiuti è tra gli obiettivi principali dell’agenda 2030. Per realizzarlo, bisogna “sporcarsi le mani” rovistando nei nostri stili di vita e nell’organizzazione delle filiere alimentari. È questa una chiave di volta importante ed urgente, che se ben gestita e organizzata può apportare benefici e innescare una potente rivoluzione culturale. Non...

    Claudio Mazzini, Coop Italia: digitale necessario per una “nuova agricoltura”

    I ritmi della natura e quindi dell’agricoltura spesso non coincidono con quelli della digitalizzazione e dello sviluppo tecnologico. Allo stesso modo, per innovare il settore agroalimentare serve fare investimenti importanti, in termini sia appunto di tecnologie che di nuove competenze da formare. Non tutti sono in grado di stare al passo non l’innovazione, ma chi può è meglio che...

    Agro-applicazioni CNR: droni come se piovesse!

    Aeromobile a Pilotaggio Remoto (APR): come per molte altre tecnologie, prima fra tutte internet, viene sviluppata per scopi militari e poi si estende ad applicazioni civili. Una curiosa traccia storica ci riporta al Risorgimento italiano, estate 1849, quando gli Austriaci, su idea del luogotenente d’artiglieria e inventore Franz Freiherr Von Uchatius, tentarono di bombardare Venezia utilizzando dei palloni caricati...

    Origano: impronta digitale chimica contro le frodi

    Dimmi qual è la tua impronta digitale e ti dirò che origano sei. Per questa spezia - che è tra le più soggette a frode alimentare - si possono identificare i quantitativi di adulteranti compresi tra l’1,5 e il 30% presenti nel campione, grazie al fingerprinting chimico che ne rileva l’impronta digitale: una svolta. A dirlo è uno studio...